Daniela Rossetti

Nel 1995 comincia un percorso di 10 anni come ginnasta e dal 2000 al 2007 ballerina di diverse discipline, tra cui Modern-Jazz, Funky, Standard, a livello agonistico, raggiungendo per entrambe esperienze più volte qualificazioni a livello Regionale e una volta Nazionale per danza moderna. Durante lo studio, ha partecipato a Stage formativi con Steve La Chance e Roberto Baiocchi.
Dal 2007 al 2009 fa parte della Compagnia Teatrale Tau, la quale predilige spettacoli musicali, e apprende le nozioni basilari del canto.
Nel 2013 si laurea in in Scienze del Turismo ad Indirizzo Manageriale presso l’Università Federico II di Napoli e successivamente decide di specializzarsi in Tourism Economics and Management, Corso Internazionale all’Università di Bologna Alma Mater Studiorum.
Nel 2010, in contemporanea con gli studi, si iscrive al Corso Di Educazione Teatrale della compagnia La Carrozza D’oro, di cui poi entrerà a far parte. Durante questi studi, approfondisce tecniche di mimo dagli insegnamenti di Etienne Decroux, lavoro sull’attore, improvvisazione, metodo Stanislavskij, storia del teatro, commedia dell’arte e dell’assurdo, tecniche di dizione, teatro di figura.
Leonardo, Ruben Mazza
 
Epicureo amante del trivio e della settima arte, attore e sommelier per passione; molti paroloni per dire che ha una personalità articolata.
 
La passione per il teatro nacque quando, molti anni fa, vidi Flavio Bucci ne L’uomo dal fiore in bocca, fu un atto unico magico che calamitò in un mondo nuovo. Da allora mi rimase la passione e la curiosità che poi nel tempo maturò e sublimò in studio, così m’iscrissi nella Facoltà di Lettere, con l’indirizzo Musica, Spettacolo e Comunicazioni di massa. Il percorso accademico mi ha portato a studiare Storia del Teatro, Drammaturgia Musicale, Letteratura Teatrale, Psicologia e Pedagogia delle Comunicazioni di massa. Prima di conseguire la laurea, con una tesi in Storia del Cinema, ho cominciato a frequentare i teatri dal lato delle quinte. Non più da spettatore o da “critico”, ma deciso a mettermi alla prova, quindi ho iniziato a frequentare corsi di mimo corporeo e movimento di scena, imparando così una nuova grammatica del corpo con le tecniche di Étienne Decroux e Jacques Lecoq. Durante il percorso didattico ho approfondito il lavoro sulla Commedia dell’Arte, oltre allo studio già fatto all’università, imparando in maniera tecnica l’uso delle maschere e della voce attraverso di esse. Ho approfondito ulteriormente il lavoro sulla commedia dell’arte con la Scherma Teatrale, con il M°Nicola De Matteo presso l’Accademia Nazionale di Scherma. Ho approfondito il lavoro sul mimo corporeo con uno stage tenuto dal M°Luchino Lombardi, dell’Ecole Internationale de Mimodrame de Paris di Marcel Marceau. Per completezza degli studi sono stato alla Paolo Grassi del Piccolo di Milano, dove sono stato formato sugli schemi di sovvenzionamento europeo per progettazione teatrale e programmazione culturale in un contesto internazionale.

CHIARA BORRELLI

Nata nel 1995 a Napoli, ha frequentato il liceo linguistico Albertini di Nola, poi il liceo Imbriani di Pomigliano D'Arco, proseguendo lo studio delle lingue inglese, francese e spagnolo e diplomandosi nel 2014. Dopo aver frequentato il biennio di Corsi di Educazione Teatrale de La Carrozza D'Oro dal 2010 al 2012, nel 2014 ha partecipato ad alcuni stage intensivi sul movimento corporeo con Marina Rippa e con Davide Iodice. Nel 2015 ha partecipato ad uno stage intensivo di biomeccanica con Gianluca Budini e ad uno stage di introduzione all'arte del mimo con il m° Luchino Lombardi. Negli anni dal 2012 al 2015 ha collaborato ad alcuni spettacoli de La Carrozza D'Oro, sotto la direzione artistica di Pasquale Napolitano e Luana Martucci: - "La Lezione" di E. Ionesco - saggio di fine anno 2010/11; - "L'Alchimista" di B. Johnson; - "Il Pellicano" di A. Strindberg; - "Nudo di maschere per un anno" tratto da "La Giara" e "L'Imbecille" di L. Pirandello; - "Terrore e Miseria in una Stanza", tratto da " Terrore e Miseria nel Terzo Reich" di B. Brecht. Attualmente studia mediazione linguistica presso l'Università L'Orientale di Napoli e lavora con La Carrozza D'Oro dal 2012 come attrice, nel 2014-2015 come assistente ai corsi di formazione per bambini.

FRANCESCO GAFFORIO

Nel 2013 si iscrive ai Corsi di Educazione Teatrale dell’associazione La Carrozza d’Oro, concludendo il biennio con due saggi: “Nudo di Maschere per un anno”, uno studio su Pirandello e “Lo Canovaccio Ritrovato”, uno studio sulla commedia dell’arte.
Fra i mesi di Agosto ed Ottobre del 2014 partecipa a 5 tappe del progetto Gran Tour in Irpinia: “Seduzioni al peperoncino quagliettano del conte Giacomo Arcucci di Capri”, “Incontro tra il conte Garzia I dei Cavaniglia ed Alfonso il Magnanimo al desco di mela cassanese”, “Cena segreta alla Castagna alla corte di re Michele Capozzi”, “Racconti barocchi di Giambattista Basile Duca di Montemarano alla locanda dell’Aglianico” e “Sfida di soddisfazione al tartufo nero al cospetto del vescovo Ambrogio Salvio”.
Dal 2014 svolge il ruolo di assistente educatore nei “Laboratori ludico-espressivi per bambini dai 10 ai 13 anni” organizzati da “La Carrozza d’Oro” al fianco di Luana Martucci, responsabile e direttrice del corso.
Nel Novembre 2014 partecipa allo spettacolo “Vite da Bracco”, con un ruolo nell’atto unico “Non fare ad altri” di Roberto Bracco, regia di Pasquale Napolitano e Luana Martucci.
Nel Maggio 2015 partecipa ad uno stage intensivo introduttivo all’arte del mimo tenuto dal M° Luchino Lombardi.
Nell’ambito della rassegna “Torrefazione Teatrale” del 2015 organizzata da “La Carrozza d’Oro” è in scena con “Le Tre Giornate di Emma”, di e con Pasquale Napolitano.
Laureando in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, dal 2015 lavora per
testate online e suona a livello dilettantistico chitarra, flauto dolce e flauto traverso.